22.03.2018 | SONNEN CON UN MARKET SHARE DEL 23% L'ITALIA È IL SECONDO MERCATO DEL GRUPPO SONNEN, PER DIMENSIONI E IMPORTANZA. PRESENTE NEL NOSTRO PAESE DAL 2015 E DA FINE 2016 CON LA NUOVA SEDE DI BERGAMO, SONNEN IN MENO DI DUE ANNI SI È IMPOSTA PER L'ELE

La sonnenCommunity in Italia: risultati e prospettive

Utilizzando la tecnologia al litio-ferro-fosfato, la sonnenBatterie è il sistema di storage attualmente più evoluto, plug&play e concepito in modo modulare ed espandibile da 2,5 a 15 kWh, con garanzia di vita utile di 10.000 cicli completi di ricarica (pari ad oltre 20 anni), oltre che con un sistema integrato di inverter ed energy manager che permette la gestione intelligente dei flussi di energia. La sonnenBatterie è anche certificata CEI 021 e si può inserire in qualsiasi ambiente domestico con la massima sicurezza. Essendo già predisposta per le SmartGrid, é infine già proiettata nel futuro del mercato elettrico.

Dalla batteria alla condivisione di energia

La sonnenCommunity approda in Italia nel 2017, anche se con un'impostazione e con modalità applicative diverse rispetto alla Germania. "In Germania - spiega Vincenzo Ferreri, Country Manager Italy sonnen - è stato possibile realizzare una vera e propria comunità energetica virtuale, basata sull'energy sharing tra proprietari di sonnenBatterie, che si scambiano tra loro l'energia prodotta in eccesso. Certo, in Germania abbiamo iniziato prima ed è comunque sempre stato un mercato molto più evoluto, con una presenza ormai capillare di impianti fotovoltaici e di storage. Questa capillarità fa sì che le batterie, così numerose, possano essere utilizzate non solo per l'uso domestico, ma anche per stabilizzare la rete in caso di improvvise sottofrequenze. In questo modo in Germania sono stati risparmiati 90 milioni di euro che altrimenti si sarebbero dovuti investire in infrastrutture. Questo è il motivo per cui là si sta ancora lavorando molto per valorizzare le potenzialità della sonnenCommunity: di recente é stata avviata una partnership con il gestore TenneT che prevede l'utilizzo dell'energia prodotta dalla Community per stabilizzare la rete, grazie a una soluzione blockchain".

"In Italia continua Ferreri - siamo ancora in attesa di un'evoluzione normativa che ci consenta di seguire l'esempio tedesco. Nel frattempo abbiamo però creato un modello transitorio di Community, studiato ad hoc per la situazione del nostro Paese. A chi possiede una sonnenBatterie, sia un impianto nuovo che in retrofit, ci proponiamo anche come utility, grazie alla partnership che abbiamo stretto con un fornitore di energia. Qual è il vantaggio per il cliente? Può diventare indipendente dai fornitori convenzionali di energia, azzerando completamente la bolletta elettrica grazie alla formula innovativa della sonnenFlat. Infatti, una volta scaricata completamente la batteria, il consumo residuo di energia è comunque compreso all'interno dell'abbonamento alla sonnenCommunity, pertanto la bolletta residua viene completamente azzerata, sia nei costi variabili che in quelli fissi". Maggiori info su: 

https://sonnen.it/sonnencommunity/